Nuovi modelli di pneumatici estivi per il 2024: è possibile combinare bassa resistenza al rotolamento e buona maneggevolezza?

Ancora una volta, la stagione estiva è arrivata e con essa il momento di passare dagli pneumatici invernali a quelli estivi. E se vi state chiedendo quali pneumatici scegliere, la nostra recensione degli ultimi pneumatici sul mercato potrebbe tornarvi utile.

Le grandi novità dell’anno scorso

Inizierò riassumendo l’anno scorso, perché sono stati introdotti molti nuovi pneumatici attesi da tempo e che dovrebbero ricevere molta attenzione nei test del 2024. Abbiamo il Continental SportContact 7, il pneumatico per eccellenza per le prestazioni di tutti i giorni, che ha vinto 7 degli 8 test a cui ha partecipato, il Goodyear Eagle F1 Asymmetric 6, che offre qualità molto simili a un prezzo migliore e in dimensioni leggermente diverse. Nello stesso segmento c’è anche il Michelin Pilot Sport 5, ma un po’ più concentrato sulle prestazioni sul bagnato e sulla durata. Se siete alla ricerca di un pneumatico dalle prestazioni elevate, uno di questi tre dovrebbe essere sicuramente sul vostro radar. Abbiamo scritto qui un articolo sui test dello scorso anno.

Eco e sostenibilità sono le parole chiave per il 2024

Come l’anno scorso abbiamo avuto la maggior parte delle notizie sulle prestazioni, quest’anno le novità sono per lo più orientate all’ecologia e ai veicoli elettrici. La novità più importante è il Continental EcoContact 7, che sostituisce il sesto modello, introdotto nel 2020. Con l’introduzione di questo pneumatico, Continental dimostra che non introdurrà una denominazione speciale per i suoi prodotti EV come alcuni dei concorrenti, poiché probabilmente alla fine saranno lo standard. Non sono ancora disponibili i test, ma da quello che Continental dice del pneumatico, l’obiettivo principale è la resistenza al rotolamento e il risparmio di carburante che ne consegue. Questo ha molto senso, dal momento che i veicoli elettrici si diffondono sempre di più e l’autonomia è la preoccupazione principale, ma anche con le attuali auto ICE che vengono vendute devono avere le emissioni più basse possibili, e in questo i pneumatici aiutano molto. L’attenzione si concentra anche sulla rumorosità, che Continental riduce restringendo gli spazi del battistrada. Non è ancora stato rivelato se il pneumatico avrà un’imbottitura in schiuma come i suoi concorrenti in tutte le dimensioni. Inoltre, Continental ha affrontato il problema del pneumatico con qualità diverse in dimensioni diverse e ha prestato particolare attenzione alla realizzazione di ogni variante in modo individuale. Ci sarà anche una versione speciale “S”, che suggerisce il suo utilizzo per i veicoli elettrici più sportivi che richiedono una migliore maneggevolezza.

Continental ha presentato anche un altro nuovo modello, l’UltraContact NXT, che è piuttosto specifico: il 65% di esso è realizzato con materiali riciclati. L’obiettivo principale è la sostenibilità, pur mantenendo l’elevato standard di prestazioni dei pneumatici Continental. Il pneumatico ha tutte le valutazioni A sulle etichette dell’UE e ha già vinto l’International Design Award 2023, quindi non vediamo l’ora di testare questo pneumatico della nuova era.

Ma torniamo al segmento dei pneumatici ecologici di nuova generazione: è nuovo, ma è già pieno di concorrenti. Uno di questi è l’Hankook iON Evo e ION Evo SUV, che ha ottenuto molto credito essendo il pneumatico di serie per la nuova Tesla Model 3 Highland, contribuendo in larga misura all’estensione dell’autonomia offerta dal nuovo modello. Spero che si riesca a fare un confronto diretto tra i nuovi pneumatici, perché sarà molto interessante vedere quali sono quelli che offrono la maggiore autonomia pur mantenendo una maneggevolezza sportiva. C’è anche una nuova opzione economica, il Falken e.Ziex, che ha ottenuto un bel 4° posto nel test di Automotorsport 2023 per essere un buon equilibrio tra minore resistenza al rotolamento e sicurezza, mentre è stato criticato lo sterzo “lento”, e un Pirelli Scorpion Elect, che è un po’ troppo “eco”, a giudicare dai risultati dello stesso test. A metà strada tra i pneumatici EV e quelli normali c’è il Turanza 6 di Bridgestone, che ha anche deciso di non produrre pneumatici specifici per EV, ottimizzando invece la gamma attuale. Sebbene il Turanza 6 sia un buon pneumatico tuttofare, lo consiglierei solo quando il prezzo è inferiore a quello di altri concorrenti di qualità superiore, come il Conti PremiumContact 7 o il Goodyear Eagle F1 Asymmetric 6.

Sono stati presentati anche alcuni pneumatici normali: il Vredestein Ultrac Pro, un nuovo pneumatico UHP del produttore olandese, che promette grandi prestazioni a un prezzo accessibile e che deve ancora essere testato, il Firestone Firehawk Sport, che è già stato testato ed è un bel pneumatico sportivo molto conveniente, o lo Yokohama Advan Sport V107, che ha ottenuto la valutazione “Best for track” da TyreReviews.com.

Riassunto

Cosa acquistare per la nuova stagione estiva? Più che mai, dipende dalle vostre priorità: da un lato ci sono i tradizionali pneumatici per le prestazioni, dall’altro quelli incentrati principalmente sull’ecologia, che grazie alle nuove tecnologie hanno raggiunto uno stato in cui sono sicuri, ma non offrono il piacere di guida come i pneumatici per le prestazioni. E poi ci sono molti pneumatici che si collocano a metà strada: dipende dal modo in cui si usa l’auto e da cosa ci si aspetta dalla guida.